Ledro Skyrace - Senter dele Greste

La gara

Ledro Skyrace "Senter dele Greste" - a fil di cielo

Organizzazione e manifestazione

La gara Ledro Skyrace "Senter dele Greste" è organizzata dalla SSD Tremalzo. La partenza è prevista domenica 10 giugno 2018 alle ore 9:00 presso il parco feste dell'abitato di Mezzolago (675 m), nel Comune di Ledro (TN).

Programma 2018

Sabato 09 giugno 2018:

Dalle ore 16:00 alle ore 18:00 consegna pettorale, chip e pacco gara c/o l’ufficio gare di Mezzolago
Ore 19:00 Pane Vino e Pesciolino, cena di persico e patatine fritte
Ore 20:30 Presentazione atleti e musica dal vivo

Domenica 10 giugno 2018:

ore 07:00: Consegna pettorale, chip e pacco gara c/o l’ufficio gare di Mezzolago
ore 08:30: Briefing gara
ore 09:00: Partenza Ledro Skyrace – “Senter dele Greste”
ore 12:30: Inizio pasta party
ore 15:00: Premiazioni.
ore 15:45: Terzo tempo Ledro Skyrace

Il Percorso

19 km - 1610 D+

Da Mezzolago (675 m), lungo la passeggiata che costeggia il lago di Ledro, si raggiunge il centro storico di Pieve di Ledro (668 m).
Si imbocca il sentiero SAT 454 che sale verso malga Saval (1692 m), passando per la località Rave (1060 m), dove è allestito il primo ristoro. Si supera la Sella della Cocca (1360 m) e si continua fino a raggiungere i pascoli della conca di Saval. Giunti a malga Saval (1692 m) si procede in direzione del monte Carèt (1793 m) per ridiscendere poi verso Bocca Saval (1740 m). Qui sono posizionati il secondo ristoro ed il cancello orario fissato a 2 ore e 15 minuti di gara.
A questo punto inizia la salita verso cima Parì (1988 m), sulla cui sommità è fissato il traguardo volante intitolato alla memoria di Damiano Gnuffi, appassionato podista ledrense e cofondatore della S.S.D. Tremalzo. Doppiata la cima si imbocca il "Senter dele Greste". Lungo il crinale, sempre in quota, attraverso trincee e camminamenti della Grande Guerra, si conquista cima Sclapa (1887 m). Una ripida discesa porta a bocca Dromaè (1675 m) dove sarà allestito il terzo ristoro.

Il tratto di gara che collega cima Parì e bocca Dromaè è un tratto tecnico ed esposto e richiede la massima attenzione da parte di tutti i concorrenti.
Il percorso risale ora la dorsale di Cima d’Oro fino alla panoramica vetta (1802 m). In discesa, con magnifiche viste sui laghi di Ledro e Garda, si raggiunge la croce di Cima d’Oro (1703 m). Le trincee guidano fino alla sommità delle coste di Salò, dove in località Belvedere (1400 m) è posizionato il quarto ristoro. Seguendo il sentiero botanico si giunge doppia la località Fior di Bella (900 m) e con panoramica traversata si giunge alle porte di Mezzolago (675 m).
Il rush finale di 300 m su asfalto porta gli atleti all’arrivo.
La lunghezza totale del percorso è di 19,00 km per un dislivello positivo di 1610 m.
Il tempo massimo per concludere la gara è di 4 ore e 30 minuti.