Ledro Skyrace - Senter dele Greste
Grazie a tutti i partecipanti! Ci vediamo nel 2019!

News

Gli aggiornamenti e le novità relative alla gara

Riapre la caccia al pettorale 7 maggio ore 18:00

Oggi riapre la caccia ai pettorali della Ledro Skyrace 2018. Ulteriori 100 iscrizioni per la gara de la Sportiva Mountain Running Cup

La Ledro SkyRace - Senter dele Greste è sempre più da record: i 500 pettorali messi a disposizione dagli organizzatori per la gara di corsa in montagna prevista in Trentino il 10 giugno prossimo (19 chilometri per 1610 metri di dislivello, con partenza ed arrivo a Mezzolago) sono andati ben presto esauriti ed allora i responsabili della Ssd Tremalzo hanno deciso di aprire ulteriormente le iscrizioni e mettere in palio altri 100 posti. Una ulteriore occasione per poter gareggiare, magari alla caccia dei record del percorso segnati lo scorso anno da Martin Stofner (1h48'20") e Ingrid Mutter (2h16'24").

Dalle 18 di lunedì 7 maggio dunque ripartirà la corsa al pettorale per una delle SkyRace più apprezzate d'Italia, grazie soprattutto all'eccezionalità del tracciato della Valle di Ledro caratterizzato dal Senter dele Greste che collega Cima Parì a Cima d'Oro, sospeso a fil di cielo sullo spartiacque che separa la Valle di Ledro dall'Alto Garda Trentino.

La riapertura delle iscrizioni avverrà di fatto un mese prima della gara e cioè all'indomani della Trentapassi SkyRace prova di apertura della settima edizione de La Sportiva Mountain Running Cup, di cui la gara della Valle di Ledro è il secondo atto stagionale. INFO: www.ledroskyrace.it

Si profila insomma un'edizione da record nella quale il tratto sommitale sarà ancor più protagonista del passato, perché proprio tra le due cime sopra citate sarà rivelato un tempo parziale che consentirà di stilare una speciale classifica sul tempo di percorrenza dell'erbosa cresta sommitale, suddivisa per fasce d'età, il Senter dele Greste Sky Challenge.

"Abbiamo pensato di valorizzare il tratto distintivo della nostra gara perché il Senter dele Greste è unico nel suo genere - spiega Nicola Gnuffi, portavoce dello staff organizzatore -: una cresta di quattro Km, continua e mozzafiato con scorci incredibili. Estremità sono Cima Parì e la Croce di Cima d'Oro, due punti emblematici per la Valle di Ledro. Ne è la dimostrazione la cornice di pubblico che nelle passate edizioni, proprio su queste vette, ha incitato ed accompagnato il passaggio degli atleti. Al termine della gara, la presenza di due intermedi cronometrati, permetterà a tutti di analizzare e confrontare la propria performance. È uno sforzo organizzativo importante, ma siamo certi che l'iniziativa riscontrerà il favore delle atlete e degli atleti che ci onoreranno della loro presenza. Anche per questa ragione abbiamo pensato di escludere dalle premiazioni della classifica del Senter dele Greste i primi dieci classificati della Ledro SkyRace, in modo da allargare il numero degli atleti premiati".